libby-anderson
Libby Anderson

L’ho vista spiccare in mezzo a un cespo di foglie verdi e potos, intanto che attraversavo la strada e mi lasciavo alle spalle una fila di cassonetti stracolmi di immondezza sparsa tutta intorno nel marciapiede. Una pianta di ciclamino. Piccole erbacee tuberose dai fiori rosa fucsia. Un tocco di grazia. Una pennellata di vigorosa eleganza in una tela lercia, sporca di degrado. Mi sono chiesta cosa rende, morfologicamente, i ciclamini fra le poche piante fiorite capaci di resistere alle temperature gelide dell’inverno, e ho realizzato che il loro segreto è racchiuso nel bulbo, l’anima del fiore, in grado di immagazzinare al suo interno tutti i nutrimenti di cui la pianta ha bisogno per crescere in salute, rendersi autosufficiente, e proteggersi dalle ostilità dell’ambiente in cui vive mantenendo intatto il turgore della propria bellezza.

Advertisements