nates-room-by-lea-wight
Nate’s Room by Lea Wight

Un insetto. Non saprei dire appartenente a quale ordine. Solo che galleggiava a pelo l’acqua contenuta nel bicchiere poggiato sul comodino, di fianco al mio letto. E non so come ho fatto a notarlo, talmente piccolo, arreso, inerme, talmente poca luce c’era in camera, ma una volta accortami che si muoveva ancora, debolmente, ho intinto d’istinto il dito dentro il bicchiere per facilitargli la fuga. Perciò è volato via. Fulminio. Prima ancora ch’io potessi sollevare lo sguardo per seguire la traiettoia del suo volo. Sparito.
La sua esistenza, dipesa dalla mia.

Annunci