Vincent Van Gogh - Blossoming Almond Tree
Vincent Van Gogh – Blossoming Almond Tree

Equinozio di Primavera. Dice Focus, era dal 1896 che non ne avveniva uno tanto precoce, alle 5.30 del mattino, ora italiana. Esattamente a quell’ora il Sole è apparso allo zenit rispetto all’equatore e la durata del giorno sarà pari a quella della notte, 12 ore esatte. Il terminatore o zona crepuscolare, la linea immaginaria che divide la zona d’ombra da quella illuminata del nostro pianeta, collega esattamente i due poli terrestri e appare verticale. La Luna, oggi in gibbosa crescente, si prepara a essere piena, mercoledì.
Primavera e autunno. Luce e ombra. Giorno e notte. Vita e morte. C’è questa dicotomia di contrasti nella natura che è parte integrante della specie umana. Mi viene in mente un aneddoto che appartiene alla cultura degli indiani d’America e racconta di un anziano capo tribù e il nipote. Entrambi seduti intorno a un fuoco. Il nipote chiede al nonno di spiegargli la natura umana e questi risponde che vi è una lotta in ognuno di noi. Fra il lupo bianco e quello nero. Il nipote chiede allora chi vince. L’anziano capo tribù risponde The one you feed.