Sally Benedict, NO.65
Sally Benedict, NO.65

Così ricorre oggi la Festa della Donna, creatura magnifica. Divina. Squisita. Incantevole in ogni sua forma colore e manifestazione dell’Essere. Forza e debolezza.
Perchè noi donne si veda riconosciuta pienamente quella parità di merito, diritti, doveri e opportunità, richiesti dalle nostre antenate, che oggi celebriamo e grazie alle quali ci siamo emancipate, credo necessario organizzare una Festa dell’Uomo, creatura magnifica. Divina. Squisita. Incantevole in ogni sua forma colore e manifestazione dell’Essere. Forza e debolezza.
Dunque l’augurio che quest’anno mi sento di fare a me stessa e a tutte le donne è di lavorare tenacemente perchè il rapporto fra noi e con gli uomini possa essere quanto più costruttivo e di valore, per il bene di ciascuno e dell’intera comunità. Perchè è importante che ci vengano riconosciuti pari meriti, pari diritti, pari doveri, pari opportunità, ma è altrettanto importante che noi donne si riconosca l’impegno che richiama ognuna alla responsabilità di essere, individualmente, quell’effettivo cambiamento che si vuole rendere possibile nella società. Ed è altrettanto importante che ognuna di noi riconosca l’estremo bisogno che ci lega alla presenza dell’altro. E in prospettiva dell’Amore, del Sostegno, dell’Empatia, Rispetto, Compassione, Tolleranza, di cui ogni creatura sulla terra necessita per vivere bene, è necessario che noi tutti si abbia il coraggio di entrare in contatto con l’intimità dei desideri e dei bisogni che rendono possibile la manifestazione della nostra natura più sincera, e ci si renda disponibili a dare dare e dare. Dal profondo. Perchè sia Pace e Armonia.

Annunci