Koen Lybaert. Abstract N° 626
Koen Lybaert. Abstract N° 626

In treno alle 6.30 di lunedì mattina è come viaggiare dentro un acquario di creature oniriche, tante specie, tante fogge, tanti colori. Ognuna a sua volta con gli occhi ancora impiastricciati di sogni residui.