è vero questo è un album che andrebbe ascoltato a luci spente, semi-coscienti e coi sensi intorpiditi da vaghezza e indeterminazione, in nebulosa contemplazione del buio, supini e distratti
Se preferite, dopo una notte insonne
Grizzly Bear, Yellow House, 2006