le volte che mi pare capirci qualcosa,sono le volte che non c’è niente,da capire
tutto, lì davanti, in cima al punto più alto delle vertigini
è compiuto
e io, riesco a intuirlo
non ha forma, non ha colore, non ha odore, non ha tempo, non ha confini
Esiste
e io,sono parte di quel respiro di vita,incessante