Vedete quella sulla destra,appena dietro la biondina con in testa un fiocchetto rosa a pois bianchi e il faccino da segretaria aziendale-al bar,in pausa pranzo;quella appena alla sinistra della brunetta cotonotata da pin up in uno spot commerciale di cibo in scatola per cani? intendo quella di mezzo la miniatura di Barbie Tropicana e Ken al Polo Nord(con la segretaria),e quell’altra in posa da modella, un piccolo grande amore nel comodino e un disco dei Freni nelle cuffie? Dico proprio quella vestita di nero,con la faccia tosta e pulita,il sorrisetto di plastica,l’aria spacciata,lo sguardo a mezz’aria,le mani in tasca,i piedi a un palmo da terra-si. Si,quella sono io,ma per sbaglio.Io capito per sbaglio, e per sbaglio ovunque mi trovo e vorrei mai essere; io sono una di quelle cose che capitano per caso,mai al momento giusto e sempre in quello sbagliato; io capita che mi innamoro dell’uomo sbagliato perchè quello giusto non l’ho ancora capito com’è,nè m’è mai capitato.Capita però,quasi tutti i giorni,che mi innamoro di un paio di cose che mi capitano sotto gli occhi per caso.Cose capitate per sbaglio con in mezzo me che ci capito dentro per caso e me ne innamoro.Capite?
Certe volte mi capita scordo essere donna e femmina,capita mi guardo allo specchio e non mi vedo e perchè ho paura di non trovarmi,mi perdo di vista.Poi mi ritrovo e quando mi ritrovo seduta al bar di un jazz club,vestita di nero,che ascolto Nina Simona e mi aspetto,io arrivo puntuale,credenziale un passaporto falso,elegante una notte di stelle,malinconica un blues dalla finestra,languida una lacrima trattenuta mentendo,sottile un gioco d’ombre tra la luce,eterea constellazione di coraggio e specchi in frantumi,soffio tra le note di un jazz alterato e una boccata di fumo blues-lì ci sono.
E lì sono io, ad alto volume,nel momento e al posto giusto-
‘Cause ain’t nobody perfect
‘Cause ain’t nobody free